Lo sviluppo psichico del bambino

Lo sviluppo psichico del bambino

slide11

 

 

 

 

Il bambino anche se molto piccolo è già molto sensibile nei confronti dell’ambiente circostante e risente in modo importante ed immediato del clima più o meno sereno e affettivo che lo circonda.

Intorno ai due mesi mostra piacere, dolore, paura, gioia ma queste manifestazioni emotive non sempre vengono rilevate dagli adulti. Alla prima comparsa dei sorrisi spontanei il bambino riuscirà a comunicare efficacemente la propria gioia in modo che possa arrivare in modo comprensibile.

Il pianto esprime un senso di disagio oppure un dolore fisico, la fame o un qualcosa che disturba in modo importante il bambino. Solo successivamente il bambino riuscirà nell’intento di utilizzare il pianto per comunicare oppure per attirare l’attenzione.

Il bambino riesce a cogliere se è seguito affettivamente tramite il suo pianto, questo gli fornisce sicurezza e fiducia ed è premessa essenziale per lo sviluppo affettivo. Verso i tre mesi il bambino intuisce che la madre non può essere costantemente accanto a lui e comincia a distinguerla come un essere diverso da sé. In questa fase il pianto inizia ad essere utilizzato per attirare l’attenzione, l’espressione del volto è più vivace e reattiva al mondo esterno. Sorride ai volti conosciuti oppure si adombra o resta indifferente di fronte a chi non conosce.

Può accadere che ami anche contesti rumorosi nei quali riesce a dormire serenamente. Ama “sentirsi” ed inizia i primi vocalizzi. Si può dimostrare attratto da oggetti colorati e in movimento. Ama la musica e fare rumore sbattendo oggetti o sonaglini ed è noto l’effetto calmante che ha il carillon in questa fascia di età evolutiva. Il viaggio della mamma, meraviglioso ed interessante, inizia anche in questa fase.

La mamma impara a riconoscere il pianto del proprio bambino tra mille altri. Nel suo viaggio di approccio verso la maternità consapevole la madre non necessità di prendere sempre in braccio il proprio bambino, in ogni caso non va portato nel lettone con i genitori perché questa può diventare un’abitudine difficile da modificare nel tempo. I valori morali e i modelli positivi insieme alla serenità e alla sicurezza è tutto ciò di cui il bambino ha bisogno per la sua evoluzione.

Ed inizia la meravigliosa esperienza del divenire.

Se l’articolo ti è piaciuto e vuoi un consiglio chiama ora il numero verde, siamo a tua disposizione!

Partecipa al forum

 

Baby-sitting e Tata a Colleferro, Palestrina, Labico e Roma Sud

Scrivi ora a info@ilciuccio.it